Devi effettuare lavori di ristrutturazione o manutenzione straordinaria sul tuo appartamento o in condomino? Puoi richiedere la detrazione del 50% sull’acquisto dei mobili.

Il super bonus mobili

Il super bonus mobili

Devi effettuare lavori di ristrutturazione o manutenzione straordinaria sul tuo appartamento o in condomino?

 

Ecco come fare.

Puoi richiedere la detrazione del 50% ottenendo così la possibilità di utilizzare il bonus mobili ed elettrodomestici.
Per ottenerlo è necessario realizzare una ristrutturazione edilizia, su singole unità immobiliari residenziali o su parti comuni di condomini. La data dell’inizio dei lavori di ristrutturazione deve precedere quella in cui si acquistano i mobili.
Non è fondamentale, invece, che le spese di ristrutturazione siano sostenute prima di quelle per l’arredo dell’immobile.

Quindi è possibile cominciare ad acquistare i mobili anche da subito.
Prenota oggi stesso un appuntamento, anche a distanza con un nostro architetto -- da qui --

Lavori per appartamenti che fanno accedere alla detrazione:

• installazione di ascensori e scale di sicurezza
• realizzazione dei servizi igienici
• sostituzione di infissi esterni con modifica di materiale o tipologia di infisso
• rifacimento di scale e rampe
• realizzazione di recinzioni, costruzione di scale interne
• sostituzione dei tramezzi interni senza alterazione della tipologia dell’unità immobiliare
• interventi finalizzati all’utilizzo di fonti rinnovabili di energia (ad esempio installazione di una stufa a pellet o di un impianto di climatizzazione invernale ed estiva a pompa di calore)
• la sostituzione della caldaia, in quanto intervento diretto a sostituire una componente essenziale dell’impianto di riscaldamento

Ristrutturazione edilizia per accedere alla detrazione:

• modifica della facciata
• realizzazione di una mansarda o di un balcone
• trasformazione della soffitta in mansarda o del balcone in veranda
• apertura di nuove porte e finestre
• costruzione dei servizi igienici in ampliamento delle superfici e dei volumi esistenti Restauro e risanamento conservativo
• adeguamento delle altezze dei solai nel rispetto delle volumetrie esistenti
• ripristino dell’aspetto storico-architettonico di un edificio

Esempi di lavori di manutenzione ordinaria su parti condominiali che danno diritto al bonus:

• tinteggiatura pareti e soffitti
• sostituzione di pavimenti
• sostituzione di infissi esterni
• rifacimento di intonaci
• sostituzione tegole e rinnovo delle impermeabilizzazioni
• riparazione o sostituzione di cancelli o portoni
• riparazione delle grondaie
• riparazione delle mura di cinta

Prenota oggi stesso un appuntamento, anche a distanza con un nostro architetto -- da qui --

Offerte per arredare la casa con convenienza e qualità.

100% made in Italy

ordina per